The Witch: la seduzione del Male

Opera prima di Robert Eggert, che si cimenta in un horror al massimo della sua tradizione storica e popolare: A New England Folktale.

Una famiglia di puritani, scappata dall’Inghilterra per colonizzare la Terra Promessa, viene a sua volta bandita dalla comunità e scacciata dal mondo civilizzato. La famiglia si stabilisce ai limiti di una foresta, costruendo una fattoria e cercando di mantenere la retta via per onorare il Signore, ma l’ossessione della purezza genera il peccato, nelle sue svariate forme. Una sventura si abbatte su di loro: una vecchia strega rapisce il figlio più piccolo, ancora neonato, portandolo nel suo rifugio al centro della foresta per triturarne il corpicino e lavarsi con quello.

Dopo una settimana, la madre del neonato non si dà pace, e il padre commette il primo peccato: ruba una coppa d’argento per fare uno scambio con dei cacciatori, spaventato all’idea che la sua famiglia muoia di fame, dal momento che la terra che coltiva dà sterili frutti. La figlia maggiore, Thomasin, ha tutte le responsabilità addosso, tra cui quella di dover badare ai gemellini eccessivamente vivaci e dispettosi: nella loro ingenuità giocano sempre con un caprone nero chiamato Black Philip, che – dicono –  sussurra loro parole diaboliche. I grandi non credono a queste sciocchezze, ma dalla scomparsa del neonato cominciano ad accadere fatti inquietanti. Ben presto diviene chiara alla famiglia la presenza di una figura malefica, il peccato si insinua tra loro, con bugie e pulsioni incestuose represse.

whtch trama film 2015

[foto: https://filmmunch.com/ | https://www.imdb.com]

Il figlio mediano, Caleb, e Thomasin si inoltrano nella foresta alla ricerca di cibo: entrambi desiderano ardentemente trovare un albero di mele e mangiarne i frutti, poiché non ne vedono dalla loro partenza dall’Inghilterra. Caleb viene attirato dalla strega sotto forma di lepre nella sua dimora, dove si trasforma in una donna diabolicamente seducente: il sangue del neonato l’ha fatta ringiovanire.

Persona dopo persona, la strega, in combutta con il diabolico caprone, lascia che la mente di ognuno di loro crolli: il peccato è sopra di loro e li divide. Caleb, sconvolto dall’unione sessuale con la strega, vomita una mela rossa, il frutto del peccato, il peccato stesso. La seduzione del Male arriva con le sue promesse di gratificazioni fisiche e materiali; la seduzione di una vita dove non c’è peccato, perché il proprio dio è il Maligno, tra paganesimo e satanismo.

 The Witch – A New England Folktale si può considerare una storia vera, dal momento che il regista, Robert Eggers, ha basato la sceneggiatura su testi redatti durante le famose cacce alle streghe, che videro quella dei puritani come una delle più spietate comunità, morbosamente ossessionate dal peccato e dalla ricerca della purezza, tanto da dover trovare un capro espiatorio per ogni sventura o umana debolezza che portasse a peccare. Lo statunitense Eggers è alla sua opera prima, che ha ottenuto un grande successo di pubblico e critica al suo esordio nel 2015, reclutando nel cast, per la parte dei genitori, due attori britannici divenuti famosi per la loro interpretazione in Il trono di spade, Ralph Michael Ineson e Kate Dickie.

The Witch non è soltanto una storia ben scritta e ben diretta, ma è finalmente un horror puro: è cioè una storia di streghe che non inserisce inutili splatter per aggiungere orrore a quello che la trama già dà. Ripercorre fedelmente i topoi delle credenze sulle streghe: dal caprone al sabba, fino al libro malefico sul quale prestare giuramento. Ma questa è, in definitiva, una storia sui pericoli che provoca l’ossessione religiosa verso il peccato.

Trovate The Witch in streaming su Netflix, buona visione e preparatevi per Halloween!

Lavinia Consolato

Lavinia Consolato

Inguaribile cinefila cinofila che passa la sua vita nelle sale cinematografiche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *